Un giro in norvegia per qualche notte di mezza estate, tra fiordi cascate ferrovie, giornate lunghissime e tanto verde!

Sunday, July 12, 2015 @ 12:15 pm
swse

Le foto sparse del giro in svezia (linkoping, norrkoping), parigi, vienna, budapest! Ora un po di tranquillità, per almeno due settimane!

Saturday, June 6, 2015 @ 17:57 pm
swse

Le foto di qualche giorno di viaggio, in olanda tra i tulipani, e in normandia a Caen, Jersey e Mont Saint Michel!

Il viaggio in normandia molto interessante! vento ce n'era come in olanda, ma onde, rocce, panorami e buon cibo non sono così abbondanti nel paese dei tulipani!

Friday, May 22, 2015 @ 17:16 pm
swse

Le foto dei qualche giorni passati in italia, sui monti del cicolano e a poggio mirteto! tante persone riviste, e tanti viaggi in preparazione per maggio

Thursday, April 23, 2015 @ 22:34 pm
swse


Il viaggio in Giappone 日本国! Dove tutto è possibile, viaggiare senza jet-lag, addormentarsi dovunque, fare la coda dovunque (anzi è buon segno).. e dove le stazioni hanno la musica, i ristoranti cibo ottimo, si può fumare nei ristoranti ma non per strada, e le strade hanno nomi soltanto in kanji! che tra le altre cose sono diversi e uguali a quelli cinesi, così per confondersi un po casomai il jetlag non bastasse a far perdere l'orientamento.

Il viaggio inizia a tokyo (tōkyō) che è una megalopoli grande quanto l'olanda, altrettanto densamente popolata e se possibile anche con più treni. Una selva di palazzi tra cui fortunati vedono il monte fuji quando è tempo bello, quelli ancora più fortunati vedono idoli di teenagers esibirsi! Ginza è un fiume umano di negozi che vedono cose poco interessanti, oppure sofisticata pasticceria francese che costitirà il grosso delle mie luculliane colazioni. Da tokyo vado a hakone una zona vulcanica a un centinaio di km da tokyo, dove qualche fumarola rimane di un antico vulcano; la gente ci lessa le uova credendo che diano longevità. Per 500 yen valeva la pena provare no?
il viaggio intorno hakone richiede treno, funivia, funicolare, treno di montagna, barca, passeggiata a piedi (tra l'altro più veloce della barca), e un bus di montagna dove l'autista perdeva la serietà giapponese a favore di giocare a formula1 a ogni curva.


Intanto nel giappone normale quello senza supermercati e con sushi dappertutto impazziva ossessione da sakura, cioè vedere i ciliegi in fiore. Belli, non c'è che dire. La conferenza prende qualche giorno a tokyo, qualche serata a kanda, con meeting point obbligati alla mastodontica stazione centrale; poi si va in viaggio per davvero!


Prima a nagoya, città industriale dove un parco industriale e una zuppería ci intrattengono per il pranzo; Lo shinkansen ci porta velocemente a destinazione.
Poi a takayama nelle alpi giapponesi, a shirakawa-go un villaggio alpino con case di legno e tetto di paglia, e tanta neve, molto suggestivo; e poi si traversano le alpi vero ovest, arrivanto a kanazawa, dove c'è uno dei più bei giardini del giappone.
Li inizia la nostra ricerca di oba (ōba, 大葉) che è la menta strana usata nel sushi; ma a spiegarlo in giapponese (parlato; scritto; disegnato) non è altrettanto facile. Da kanazawa si va a nagano, che oltre a aver ospitato le olimpiadi invernali ospita anche una festa buddista ogni 7 anni.. che iniziava esattamente quanto stavamo lì. La processione portava un sacro pilastro trainato da una mucca, una marea di figuranti in costumi tradizionali, e pochissimi non-giapponesi.

Da nagano si va a matsumoto, dove c'`e uno dei pochi castelli feudali sopravvissuti dall'epoca dei samurai e degli shogun. Sopravvivono anche tanti ristoranti che non si degnano di mettere menu in inglese o simpatiche fotografie dei piatti quindi un paio di volte io e pavle prendiamo cibo completamente a caso; e devo ammettere che era pure buono (zuppe; pollo fritto; "rare cheese cake"; spaghetti freddi; carne di manzo; pesce crudo). da matsumoto il viaggio per me torna a tokyo e dopo soltanto 24 ore di vaiggio riesco persino a arrivare a casa sano e salvo.

Saturday, April 4, 2015 @ 15:39 pm
swse

Qualche piccolo aggiornamento prima della gita in giappone, con le foto di questi ultimi mesetti.. gitarelle in giro per l'olanda, un freddo tramonto ai mulini a vento di zaanse schans, un po di pane fatto in casa! e poi un finesettimana lungo sulla neve, in quel di innsbruck! tempo eccellente, montagne dieci volte più alte di quelle olandesi, neve a perdita d'occhio...

Wednesday, March 18, 2015 @ 08:25 am
swse

Un piccolo riassunto di tutto quello che è successo negli ultimi mesi, in particolare un periodo di scambio a lussemburgo con francesco marco guido simone etc etc, tra mercatini di natale regali kitsch e cose fritte. Una scappatella in francia a metz; una a leuven per il dottorato di thijs. Altri mercatini e visite in giro per l'olanda non mancano mai, tra l'altro. Poi giorni di natale in italia, in montagna tra i monti sabini e i lucretili e o a roma. E per finire capodanno a vienna, tra la neve e il freddo (fuori)! ma anche un po di sole. E ora a fare il bravo a delft per un po' almeno.

Saturday, January 24, 2015 @ 14:00 pm
swse

Con un po'di ritardo e appena prima del viaggio successivo, le foto fatte in california! a San francisco e santa cruz, più in bici con thomas nei dintorni di berkeley. Ricorderò il Sole! per essere novembre...e l'aridità, appena allontanati dall'oceano. E la vita non proprio economica della megalopoli, i palazzi, lo shopping per thanksgiving day, la macchinetta fotog nuova.. insomma, niente male!

Tuesday, December 16, 2014 @ 19:29 pm
swse


On the road. Non credo c'`e altra maniera per descrivere i giri delle ultime settimane: dall'olanda - un ultima giornata di sole nella campagne di edam, poi cena a vienna pranzo a budapest e serata a belgrado; si torna in olanda per partire per il belgio e poi la spagna. Con un viaggio in california alle porte.
Tante facce viste, tanto tempo assato per strada in compagnia di tante persone! E tante cose strane (come rincontrarsi a madrid dopo 8 anni), belle (e qua senza che inizio l'elenco), fredde (andare in bici lungo la sava a belgrado), disgustose (la zuppa di fegato per esempio), piacevoli, come una passeggiata per le strade della capitale spagnola...

Thursday, November 6, 2014 @ 21:39 pm
swse


Qualche
foto a un tramonto in olanda, sotto casa, dove il tempo brutto arriva, se c'`e un po di sole, c'è anche un bel tramonto a aspettarti.


e una giornata splendida di un finesettimana in austria. Dove finalmente ritrovo roberto piacenti (e consorte) venuti lì dalla slovacchia, e lui ritrova la possibilità di andare in bici! Abbiamo girato una piccola parte della costa di neusiedler see, che in pratica è una pozzanghera gigantesca profonda un metro, attorniata da (canne e paludi) vigneti e colline, e che fa anche confine con l'ungheria. Molto bello, soprattutto per via del tempo e della compagnia!

e i prossimi giorni saranno altrettanto ambiziosi per quanto riguarda attività e viaggi...speriamo bene!

Tuesday, October 14, 2014 @ 22:02 pm
swse

Un giro in bici fino in Belgio, sabato scorso!
Chiaramente partendo da più vicino possibile, e anche così, truffando un poco: la cittadina che ho visitato, Baarle hertog è una enclave dentro il terrotorio olandese. Oddio a chiamrla enclave gli si fa torto perchè i confini sono letteralmente impazziti. Loro stessi dicono di essere uno dei paesi più notevoli (merkwaardigste) d'Europa, per questo inerente concetto di fare un viaggio internazionale, per andare in cucina a prendere il sale.
E i boschi nei dintorni belli! abbastanza diverso dal randstad iper-abitato, per una volta.

Monday, September 29, 2014 @ 22:28 pm
swse

In due distinte occasioni (e forse anche più, nell'immediato futuro) mi sono trovato faccia a faccia con il porto di rotterdam. Qui le foto. Prima per wereldhavendagen, una sorta di mostra di tutte le cose che succedono nei 60 km e 105 km2 di porto, abbiamo fatto un bel giro ai container terminal by night, con stefanie e una guida decisamente loquace. Poi, qualche settimana dopo un giro in bici lungo landtong e attraverso maasvlakte, le due aree più vicine al mare, dove le barche portacontainer sono lunghe 350 metri, e quelle che portano minerale di ferro e carbone da brasile colombia australia fanno anche loro 300 metri.. una nebbia pervadeva tutto, ma le dimensioni di gru e barche erano decisamente impressionanti!
era anche un occasione per provare la mia nuova bici (speriamo che duri stavolta!)
E anche un bel giro fatto sopra haarlem, in un parco chiamato kennemeerland, tra pini, cigni, e mucche libere.

Sunday, September 21, 2014 @ 09:56 am
swse

Il bravo Marco mi invita a riempire un mese di agosto altrimenti piovoso e solitario con un viaggio vero le sue terre, la valtellina.
Qua una breve idea del viaggio, che parte dal belgio, una colazione portghese a lussemburgo, la discesa tra francia e germania per centinaia di km. Colgo anche l'opportunità per la mia prima visita al principato di Liechtenstein, dove non c'era niente di meglio da fare che un torneo di beach volley. La strada da lì in valtellina prevede ancora 4 passi alpini, tanti tunnel lunghissimi scavati nella roccia, e due dogane! In valtellina no nè che il tempo atmosferico fosse molto diverso sall'Olanda; ma i panorami dannatamente si.
proviamo a salire in montagna e ne ritorniamo fradici; il giorno dopo riusciamo a passeggiare asciutti intorno al passo mortirolo - quello di pantani. Da mangiare non è mai mancato, ma all'agriturismo è andata ancora meglio. E l'aria della montagna metteva fame!
Il lunedi, un altro bel pezzo di treno fino a milano, incontro con sergej, giro per vedere i nuovi grattacieli costruiti, bus, aeroplano, e di nuovo nell'agosto piovoso e solitario in Olanda..
dove l'insalata da davanzale è rigogliosa e aspetta soltanto un po di pane fatto in casa!

Friday, August 15, 2014 @ 20:02 pm
swse

Mi sono permesso nel frattempo di aggiornare il codice della galleria di immagini, ora le frecce della tastiera possono essere usate per navigare tra le foto di una directory!

Thursday, July 24, 2014 @ 22:16 pm
swse

E anche le foto della parte italiana del giro europe sono online!
Il giro stavolta si è svolto in sabina, poi oltre gli appennini tra antrodoco e l' aquila per raggiungere sulmona. Di lì, tra agli, ravioli abruzzesi, confetti, torte confettate, mozzarelle appassite e piani ambiziosi siamo ritornati a casa. Poi la fiorita della piana a castelluccio di norcia..

Thursday, July 24, 2014 @ 22:15 pm
swse

Le foto di tre settimane di viaggio tra italia, olanda, belgio, polonia, germania, ancora olanda, belgio, francia di sfuggita, inghilterra, olanda e ancora italia..
Di cose viste ce ne sono parecchie, da aloni solari in montagna, a campi di ribes e lamponi in polonia, treni di giorno, di notte, lunghi e corti, vecchi e nuovi, città grandi e belle, paesi insignificanti e citta da storia secolare. Un giro un po faticoso a volte, ma sicuramente interessante alla scoperta di tanti posti nemmeno troppo lontani - solo qualche migliaio di km, alla fine...

Wednesday, July 9, 2014 @ 18:53 pm
swse

Le foto degli ultimi giretti in europa: prima in olanda, verso il mare, nelle belle giornate che ora sembrano così lontane. Una gita impegnativa per scovare un bel mulino a vento nei pressi di leiden; Foto varie fatte a vienna per pasqua, tra la città vera e propria, le belle colline tutto attorno, i laghi nel salisburghese..E poi l'olanda ancora tra tulipani, mare e deserto. Ancora non basta! di ritorno in belgio, e di lì in olanda per koningsdag.. E per concludere due settimane di rincontri e gironzoli, andrea che passa a amsterdam tra il sudafrica e il canada.

Sunday, May 4, 2014 @ 19:36 pm
swse

Qualche foto del mini-viaggio in Italia, lungo la valnerina tra sassi cascate salumi e pecorino, sabina e poggio mirteto. Tra frane, e campi verdissimi, con colloqui di lavoro incipienti; e in compagnia di Pavle e Daniel, venuti per lo più con la scusa del Carnevalone a poggio.

Saturday, March 22, 2014 @ 18:44 pm
swse

Qualche foto sparsa del finesettimana passato a parigi sotto un tempo non entusiasmante, ma con in esplorando uno spirito cittadino molto piacevole! A trovarli, in Olanda, tutti quei fornai, negozietti, musei, statue, stazioni del metrò e posti famosi! e anche il piacere di prendere un trasporto via terra che in nemmeno tre ore ti porta in un posto del genere!

Wednesday, February 19, 2014 @ 17:23 pm
swse


E così dopo 19 giorni fuori dall'europa, e 18 albe e tramonti visti in giro per il mondo, si torna a casa.

Tralasciando per un attimo il dibattito sul significato di casa ( tipo questo è parecchio interessante), resta il fatto che il vaiggio mi ha portato attraverso due continenti, in posti familiari o con persone familiari - sentirsi a casa oppure di passaggio è un sentimento che cambia con poco; una rete wireless per chiamare casa, i biscotti del mulino bianco, kiwi o vino importati, cioccolatini..

Passare attraverso 8 voli e tanti km (6200 + 1500 + 2240 + 720 + 720 + 4850 + 1300 + 7800, solo per i voli; almeno un altro migliaio stradali) ti fa effettivamente vedere tante cose, ma vederne ancora di più con occhi diversi; vedere un capodanno cinese con il "loro" programma di inizio anno con la "loro" cuccarini e fabrizio frizzi che fanno il conto alla rovescia, oppure le shopping malls a washington, calgary, seattle, pechino che hanno gli stessi esattai negozi che ho sotto casa a delft..


Eppure girare così tanto dà la liberta di stare in silenzio all'alba con -20 gradi di fuori, ascoltare il silenzio delle cose; rimirarsi un tramonto su un oceano che non è il mio; o ascoltare il rumore incessante di persone che si spostano, per comperare, andare, fare; spendere due chiacchiere con qualcuno che non conosci e non rivedrai mai più ma chissà perchè si sente obbligato a parlarti mentre fai la fila; vedere o cinesi stupiti dal viaggiatore, o persone che finalmente assomigliano a te e che capisci quando parlano nel loro idioma; persone di tutti i colori (eh, si compresi i pellerossa) e di tutte le risme;
e finalmente, la libertà di sedersi sulla poltrona, e riposare.

Una selezione quasi definitiva di foto sta ora online!

Friday, January 31, 2014 @ 08:10 am
swse
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11