Sito di Genisio!

FrontImage

News

Qualche impressione di stelle e cielo in alta quota, tra la val müstair in engadina e la valtellina, tra due passi alpini e lungo due belle vallate, includendo notte in bivacco a 2500 metri di quota, con panorama magnifico sulle stelle cadenti e la via lattea!

Wednesday, August 15, 2018 @ 22:11 pm
swse

Qualche resoconto del giro di un mese tra olanda (delft, wadlopen, cioè la camminata tra la terraferma e l isola frisona chiamata Ameland), singapore (con daniel), australia: adelaide (fredda ma tanti animali esotici), sydney (dove da vedere sembra davvero ci sia solo l opera house, e il ponte; fatto comunque escursione sulle montagne azzurre a katoomba, melbourne (ancora fredda, coni pinguini li vicino a phillip island), brisbane (finalmente un po di caldo, mare, sole; e altri animali esotici, oltre a un centro città piu vivibile).a chiudere, shanghai e (via treno alta velocità) pechino.

Tuesday, August 7, 2018 @ 07:54 am
swse

Qualche immagine dei vari giretti in mezzo alla svizzera su montagne alte o meno alte, tra sole e tempeste di neve, panorami su vette da 4000 metri oppure laghi a quote molto più basse.

Saturday, March 31, 2018 @ 10:19 am
swse

Qualche impressione dlla prima ciaspolata, sopra a walensee, con sole in cima! e la nebbia che andava e veniva.

Sunday, January 28, 2018 @ 12:11 pm
swse

Qualche foto assortita del gironegli stati uniti con un interessante stop in islanda. Terra di neve, ghiaccio, cascate e vulcani.
Cascate:Skogafoss, gulfoss, faxi e tante altre, strada parecchia, neve parecchia anche tra neve fresca, e neve spostata dal vento. E le terme, con lo spettacolo dei botti di capodanno residui visti dalla pozza d'acqua calda. A seguire giro per washington e boston!

Sunday, January 14, 2018 @ 21:26 pm
swse

Qualche foto dalla svizzera negli ultim itre mesi, tra monti, laghi, mucche, sole a volte, nuvole a volte, riflessi atmosferici e valli profonde!

Sunday, November 5, 2017 @ 22:05 pm
swse

Qualche foto tardiva del giro in est asia, prima a bangkok, poi in cambogia a angkor wat, i suoi templi e la giungla, poi a singapore da daniel, vivendo e lavorando oltre il 40esimo piano in una selva di grattacieli. Poi, avendo due giorni liberi e l'australia a sole 5 ore di viaggio, una visita a perth a collezionare altri animali esotici.

Thursday, August 31, 2017 @ 20:39 pm
swse

Dopo un po di assenza da questi schermi, riprendo a postare qualche foto dei miei giri per la terra! inizio dal bel giro in bici, che in una decina di giorni mi ha portato dai paesi bassi in svizzera, attraverso belgio,lussemburgo, germania e francia!
Vedendo campi di grano, vigneti, cicogne, fiumi e laghi, tanto sole, e colline e montagne, piu andavo avanti!con il risultato di +- 900 km totali, e avere una bici usabile ora a Zurigo.

Thursday, August 24, 2017 @ 08:43 am
swse

Qualche foto e racconto del giro in china di qualche mese fa.

Si parte da pechino, dove gironzoliamo tra citt proibita, parchi vari, ristoranti, grande muraglia, tombe ming e negozi di cianfrusaglie. Da l si vola a xining, piccola citt di tre milioni di abitanti al confine tra qinghai e tibet, nel lontano nord ovest. Li iniziano le avvnture cinesi, con l'albergo prenotato che non esiste. Troviamo comunque un posto dove dormire, nello stesso palazzo/centro commerciale per giunta, e il giorno dopo ci incamminiamo lungo i 2000 km di ferrovia che la separano dal tibet. attraverso un passo di 5200 metri (di notte), migliaia di ettari di spazi desertici o abbandonati, montagne e pianura a perdita d'occhio.

In tibet possiamo girare solo con una guida, che si dimostrer una persona squisita. A lhasa ci acclimatiamo ai 3600 metri di quota, e gironzoliamo per monasteri, piazze, checkpoints dell'esercito cinese, il mastodontico potala, altri santuari buddisti, cibo anche a base di yak, altri checkpoints dell'esercito cinese. Altre cose interessanti includono il festival dello yogurt o almeno cos lo chiamavano, fare picnic davanti al potala con formaggio olandese e taralli pugliesi, fare spesa di bandierine buddiste e macellerie con le teste degli yak davanti.

da Lhasa andiamo per la valle del brahmaputra (yarlung tsampo) verso est, direzione shigatse, attraverso passi altissimi, laghi blu, ghiacciai e tanta strada.
Da shigatse altri due giorni di macchina per andare e tornare dal campo base everest (quello cinese), con una notte limpiddissima a 5200 metri, e un gigante 3000 metri pi alto di noi che se ne stava l, coperto dalle nevi.
poi verso la strada di casa, lungo tsampo, fino a lhasa e poi volando a chengdu.
Da l (ri)esploriamo la citt che dal 2009 che la visitai riuscita e avere due linee di metro, e il centro di protezione dei panda si espanso. Peijuan ci portava a spasso per la citt e fuori, a dujiangyuan, opere di irrigazione millenarie, e pi lontano a emei shan, per vedere il sol levante sulla cina da 4000 metri. Insieme a tanti altri cinesi, chiaramente, che stanno dappertutto. Rivedo anche il buddha gigante, che non cambiato molto - forse il clima leggermente miglioarato. E da chengdu si torna a pechino e poi in europa!

swse


Qualche Foto dei giri in italia, in lazio, abruzzo, marche umbria e (per qualche metro) anche in campania. Pensando alla Laga e tutto quello che pu essere distrutto ora....

Friday, August 26, 2016 @ 07:51 am
swse

Un breve diario del giro nelle alpi. Ufficialmente sono andato da delft in Germania in bici (150 km) e poi dalla Germania in Italia a piedi, anche se in realt erano due giri diversi. Comuneuq:
si parte da oberstdorf il sabato mattina con frotte di altri passeggiatori; tra pioggia e salite si arriva a rifugio - kemptner huette. Cio un albergo da 250 posti. da li la frontiera austriaca, e la lunga discesa fino a valle, e la salita lungo la lunga madautal fino al passo (2500 m! e 200 metri di arrampicata con le mani!) e la discesa al bel rifugio wurttembger haus. Da li ancora scendere fino alla valle dell'inn, lunga! e a strapiombo. Quasi una tortura. Da li risalita lungo venetberg, e discesa a pitztal, (con un po da iuto di un bus) e la salita fino al rifugio braunschweiger huette, conbella vista sul ghiacciaio. a 2800 metri non si dorme molto bene, ma l'indomani ci aspettava il passo ( 3000m) e tutta la montagna davanti finoa scendere in tztal, fino avent, gradevole paesello alla fine dell'Austria. L'ultimo giorno, arrampicarci un altra volta a a 3000 metri e passare in italia! a qualche centinaia di metri da dol posto del ritrovamento di Otzi, la mummia del similaun. Da li tutta in discesa, prima in senales, poi a merano e infine a verona. E con caldo, un giorno in toscana, vinci pistoia e arezzo!

Thursday, August 25, 2016 @ 20:05 pm
swse
Archivio Avvisi